Cirkla

logo cirkla

per il riutilizzo
in edilizia

Ricerca

Bricolage urbano: smantellare, progettare e costruire con materiali edilizi di recupero.

All'incrocio tra antropologia e architettura, questo progetto esplora le sfide pratiche del riuso.

Istituto/i

Università di Friburgo, Unité Anthropologie sociale Département des Sciences sociales

Indirizzo




Bd de Pérolles 90,
Bd de Pérolles 90,
1700 Friburgo
, Svizzera

Email

Visita il sito web

Chi siamo

Questo progetto amplia le conoscenze strutturali e costruttive dell'architettura sull'economia circolare con un approccio di ricerca antropologica sociale, che si occupa della conoscenza pratica e della gestione quotidiana dei materiali da costruzione nei cantieri di demolizione, negli studi di architettura, nelle aziende e nei cantieri. Analizzando le sfide legate all'utilizzo di diversi materiali da costruzione, come travi in acciaio, lastre di vetro, legno o mattoni, e in collaborazione con esperti di riutilizzo, il progetto cerca approcci di successo per far progredire l'economia circolare. Il confronto della situazione in quattro Paesi europei con condizioni simili nell'industria delle costruzioni consente uno scambio di soluzioni sostenibili. Il progetto sostiene gli sforzi dell'Ufficio federale dell'ambiente UFAM, che promuove il riutilizzo dei materiali da costruzione per raggiungere l'obiettivo climatico 2050 e la Strategia energetica 2050. All'interfaccia tra antropologia e architettura, questo progetto esplora le sfide pratiche del riuso. Una nuova e radicale prospettiva socio-materiale sul riutilizzo non è solo la chiave per comprendere le resistenze ecologiche ed economiche all'interno dell'economia circolare, ma anche per trovare metodi per ottimizzare il processo di riutilizzo.

Argomenti di ricerca e formazione

  • Questo progetto combina in modo innovativo i dibattiti architettonici sui requisiti ecologici, le possibilità tecniche, la riprogettazione estetica e la trasformabilità dei materiali di riuso con un approccio antropologico che si sviluppa lungo tre filoni di ricerca: 1) una prospettiva incentrata sull'attore che esplora le sfide pratiche e tecniche affrontate dagli operatori del settore del riuso; 2) un impegno teorico con le relazioni uomo-materiale nell'architettura del riuso che esplora come la materialità degli oggetti in esame - come le dimensioni, le proprietà materiali, la composizione, il valore o la separabilità - influenzi e complichi il processo di riuso; e 3) una contestualizzazione dei risultati della ricerca ottenuti in Europa all'interno di un più ampio contesto storico e interculturale.